Servizi web delle misurazioni della qualità dell'aria e della radioattività

Titolare - Nome*
Agenzia provinciale per l'ambiente

Editore
Agenzia provinciale per l'ambiente

Autore

Titolare - Codice Ipa/P. Iva*
p_bz

Editore - Codice Ipa/P.Iva

p_bz


Autore - Codice Ipa/P. Iva


Descrizione*
La valutazione della qualità dell’aria viene effettuata annualmente dall’Agenzia provinciale per l’ambiente secondo i criteri fissati dalla normativa statale (decreto legislativo 155/2010). La valutazione consiste nel confrontare, su base annua, i dati forniti dal sistema di monitoraggio con i valori limite ed i valori obiettivo fissati dalle norme sulla qualità dell’aria. Pertanto solo la valutazione annuale è in grado di stabilire se essi vengono rispettati o meno e, più in generale, di offrire un quadro di riferimento affidabile sulla reale situazione della qualità dell’aria nel nostro territorio. La valutazione dei dati raccolti permette inoltre di identificare eventuali situazioni di rischio per la salute e per l’ambiente. I risultati costituiscono anche uno strumento utile alla pianificazione della qualità dell’aria ovvero la predisposizione di piani e programmi per tutelare l’aria così come previsto dalla normativa vigente.

URI*

Temi*

Sottotemi

Parole chiave

Data di rilascio
27-04-2017

Frequenza di aggiornamento*
CONTINUO

Data di ultima modifica*
03-10-2018


PUNTO DI CONTATTO


Nome
southtyrolean-environment-agency

Email


Estensione temporale

Copertura geografica

Url geografico

Lingua
{DEU,ITA}

Versione

Conformità

[{"identifier": "p_bz:ad4cf523-5197-4dec-941e-e909ad063d1a", "agent": {"agent_identifier": "", "agent_name": {"de": "", "it": "", "en": ""}}}]
Altro identificativo

Pagina di accesso


DISTRIBUZIONI

  • PDF
    Rapporto annuale qualità dell’aria 2016Descrizione:  Il rapporto annuale è la base per la valutazione della qualità dell’aria in Alto Adige e contiene le informazioni sui valori misurati presso le stazioni di misura fisse della rete di monitoraggio della qualità dell’aria. Nel documento vengono confrontati i valori misurati con i valori limite, le soglie di informazione e allarme, i valori obiettivo ed i livelli critici fissati dal Decreto del Presidente della Provincia n. 37/2011. Il decreto disciplina la valutazione e la gestione della qualità dell’aria in Alto Adige dando attuazione alla normativa europea e statale (D.Lgs. n. 155/2010). Nel rapporto annuale i parametri misurati presso le stazioni di misura vengono confrontati con i seguenti valori riportati nel DPP n.37/2011: •valori rilevanti per la protezione della salute (allegato A - Parte I) •valori rilevanti per la protezione della vegetazione (allegato A - Parte II) •valori soglia del piano d’azione (allegato B) Questi parametri sono espressi utilizzando indicatori statistici come le medie annue, le medie giornaliere o orarie, o in termini di numero di superamenti massimo consentiti. Rapporti annuali - definizioni valori di riferimento Valore limite Livello fissato in base alle conoscenze scientifiche, incluse quelle relative alle migliori tecnologie disponibili, al fine di evitare, prevenire o ridurre gli effetti nocivi per la salute umana o per l’ambiente nel suo complesso, che deve essere raggiunto entro un termine prestabilito e che non deve essere successivamente superato. Soglia d’informazione Livello oltre il quale sussiste un rischio per la salute umana in caso di esposizione di breve durata per alcuni gruppi particolarmente sensibili della popolazione nel suo complesso ed il cui raggiungimento impone di assicurare informazioni adeguate e tempestive. Soglia d’allarme Livello oltre il quale sussiste un rischio per la salute umana in caso di esposizione di breve durata per la popolazione nel suo complesso ed il cui raggiungimento impone di adottare provvedimenti immediati. Valore obiettivo Livello fissato al fine di evitare, prevenire o ridurre effetti nocivi per la salute umana o per l’ambiente nel suo complesso, da conseguire, ove possibile, entro una data prestabilita. Livello critico Livello fissato in base alle conoscenze scientifiche, oltre il quale possono sussistere effetti negativi diretti su recettori quali gli alberi, le altre piante o gli ecosistemi naturali, esclusi gli esseri umani. Per ulteriori informazioni consultare il Decreto Legislativo n. 155 del 13.08.2010 e ss.mm. Licenza URL:
    https://w3id.org/italia/controlled-vocabulary/licences/A11_CCO10
  • PDF
    Rapporto annuale qualità dell’aria 2014Descrizione:  Il rapporto annuale è la base per la valutazione della qualità dell’aria in Alto Adige e contiene le informazioni sui valori misurati presso le stazioni di misura fisse della rete di monitoraggio della qualità dell’aria. Nel documento vengono confrontati i valori misurati con i valori limite, le soglie di informazione e allarme, i valori obiettivo ed i livelli critici fissati dal Decreto del Presidente della Provincia n. 37/2011. Il decreto disciplina la valutazione e la gestione della qualità dell’aria in Alto Adige dando attuazione alla normativa europea e statale (D.Lgs. n. 155/2010). Nel rapporto annuale i parametri misurati presso le stazioni di misura vengono confrontati con i seguenti valori riportati nel DPP n.37/2011: •valori rilevanti per la protezione della salute (allegato A - Parte I) •valori rilevanti per la protezione della vegetazione (allegato A - Parte II) •valori soglia del piano d’azione (allegato B) Questi parametri sono espressi utilizzando indicatori statistici come le medie annue, le medie giornaliere o orarie, o in termini di numero di superamenti massimo consentiti. Rapporti annuali - definizioni valori di riferimento Valore limite Livello fissato in base alle conoscenze scientifiche, incluse quelle relative alle migliori tecnologie disponibili, al fine di evitare, prevenire o ridurre gli effetti nocivi per la salute umana o per l’ambiente nel suo complesso, che deve essere raggiunto entro un termine prestabilito e che non deve essere successivamente superato. Soglia d’informazione Livello oltre il quale sussiste un rischio per la salute umana in caso di esposizione di breve durata per alcuni gruppi particolarmente sensibili della popolazione nel suo complesso ed il cui raggiungimento impone di assicurare informazioni adeguate e tempestive. Soglia d’allarme Livello oltre il quale sussiste un rischio per la salute umana in caso di esposizione di breve durata per la popolazione nel suo complesso ed il cui raggiungimento impone di adottare provvedimenti immediati. Valore obiettivo Livello fissato al fine di evitare, prevenire o ridurre effetti nocivi per la salute umana o per l’ambiente nel suo complesso, da conseguire, ove possibile, entro una data prestabilita. Livello critico Livello fissato in base alle conoscenze scientifiche, oltre il quale possono sussistere effetti negativi diretti su recettori quali gli alberi, le altre piante o gli ecosistemi naturali, esclusi gli esseri umani. Per ulteriori informazioni consultare il Decreto Legislativo n. 155 del 13.08.2010 e ss.mm. Licenza URL:
    https://w3id.org/italia/controlled-vocabulary/licences/A11_CCO10
  • JSON
    Elenco delle stazioni di rilevazioneDescrizione:  Questo webservice fornisce in formato JSON la lista delle stazioni di rilevamento. Il dataset JSON contiene i seguenti campi: * SCODE : codice stazione * NAME_D : denominazione in lingua tedesca * NAME_I : denominazione in lingua italiana * NAME_L : denominazione in lingua ladina (se disponibile) * FLAGS : eventuali TAGS identificativi ( es. "A22" se trattasi di una stazione sita su tratto autostradale A22) * LONG : longitudine * LAT : latitudine Licenza URL:
    https://w3id.org/italia/controlled-vocabulary/licences/A11_CCO10
  • JSON
    Valori rilevati giornalmente e mensilmenteDescrizione:  Questo webservice fornisce la lista dei valori rilevati presso ogni singola stazione di misura nell'arco delle ultime 24 ore o degli ultimi 30 giorni. I valori rilevati rappresentano la media oraria delle ultime 24 ore, la media giornaliera degli ultimi 30 giorni e i superamenti del limite dall'inizio dell'anno. Il webservice può essere parametrizzato con i seguenti valori: * station_code : codice della stazione di rilevamento (es: "BZ4", "BX1" ….) * meas_code : codice sostanza rilevata Valori possibili: "CO" (CO - Monossido di carbonio), "NO2" (NO2 - Ossidi di azoto), "O3" (Ozono), "PM10" (Polveri sottili PM10), "PM2.5" (Polveri sottili PM2.5), "SO2" (Biossido di zolfo), "GAMMA" (Radioattività) * type : tipo di misurazione ( 1 = media oraria delle ultime 24 ore (default), 2 = media giornaliera degli ultimi 30 giorni, 4 = nr. superamenti del limite dall'inizio dell'anno) Per lo scarico dei dati nei diversi formati è necessario definire la relativa URL: * json (default): http://dati.retecivica.bz.it/services/airquality/timeseries * XML: http://dati.retecivica.bz.it/services/airquality/timeseries/xml * csv: http://dati.retecivica.bz.it/services/airquality/timeseries/csv Il dataset fornito dal webservice contiene i seguenti campi: * DATE : data e ora della misurazione * SCODE : codice della stazione di rilevazione * MCODE : codice della sostanza rilevata * TYPE : tipo di misurazione ( 1 = medie orarie delle ultime 24 ore, 2 = medie giornaliere degli ultimi 30 giorni, 4 = numero superamenti avuti negli ultimi 30 giorni) * VALUE : valore misurato ( -1 = rilevazione non pervenuta) Nel caso del numero di superamenti, il numero si riferisce alla data, quindi subisce un incremento rispetto al giorno precedente se si è verificato il superamento del limite ( va letto come "numero superamenti dall´inizio dell´anno fino alla data di rilevazione) Esempio: http://dati.retecivica.bz.it/services/airquality/timeseries?meas_code=PM10&type=1&station_code=BZ6 (valori di PM10 rilevati nelle ultime 24 ore dalla stazione Bolzano 6 – Via Amba Alagi ) Licenza URL:
    https://w3id.org/italia/controlled-vocabulary/licences/A11_CCO10
  • PDF
    Rapporto annuale qualità dell’aria 2015Descrizione:  Il rapporto annuale è la base per la valutazione della qualità dell’aria in Alto Adige e contiene le informazioni sui valori misurati presso le stazioni di misura fisse della rete di monitoraggio della qualità dell’aria. Nel documento vengono confrontati i valori misurati con i valori limite, le soglie di informazione e allarme, i valori obiettivo ed i livelli critici fissati dal Decreto del Presidente della Provincia n. 37/2011. Il decreto disciplina la valutazione e la gestione della qualità dell’aria in Alto Adige dando attuazione alla normativa europea e statale (D.Lgs. n. 155/2010). Nel rapporto annuale i parametri misurati presso le stazioni di misura vengono confrontati con i seguenti valori riportati nel DPP n.37/2011: •valori rilevanti per la protezione della salute (allegato A - Parte I) •valori rilevanti per la protezione della vegetazione (allegato A - Parte II) •valori soglia del piano d’azione (allegato B) Questi parametri sono espressi utilizzando indicatori statistici come le medie annue, le medie giornaliere o orarie, o in termini di numero di superamenti massimo consentiti. Rapporti annuali - definizioni valori di riferimento Valore limite Livello fissato in base alle conoscenze scientifiche, incluse quelle relative alle migliori tecnologie disponibili, al fine di evitare, prevenire o ridurre gli effetti nocivi per la salute umana o per l’ambiente nel suo complesso, che deve essere raggiunto entro un termine prestabilito e che non deve essere successivamente superato. Soglia d’informazione Livello oltre il quale sussiste un rischio per la salute umana in caso di esposizione di breve durata per alcuni gruppi particolarmente sensibili della popolazione nel suo complesso ed il cui raggiungimento impone di assicurare informazioni adeguate e tempestive. Soglia d’allarme Livello oltre il quale sussiste un rischio per la salute umana in caso di esposizione di breve durata per la popolazione nel suo complesso ed il cui raggiungimento impone di adottare provvedimenti immediati. Valore obiettivo Livello fissato al fine di evitare, prevenire o ridurre effetti nocivi per la salute umana o per l’ambiente nel suo complesso, da conseguire, ove possibile, entro una data prestabilita. Livello critico Livello fissato in base alle conoscenze scientifiche, oltre il quale possono sussistere effetti negativi diretti su recettori quali gli alberi, le altre piante o gli ecosistemi naturali, esclusi gli esseri umani. Per ulteriori informazioni consultare il Decreto Legislativo n. 155 del 13.08.2010 e ss.mm. Licenza URL:
    https://w3id.org/italia/controlled-vocabulary/licences/A11_CCO10
  • JSON
    Sensori, ultimi valori medi e superamentiDescrizione:  Questo webservice fornisce la lista dei sensori attivi presso ogni singola stazione di misura e i valori da loro misurati nell'ultimo rilievo effettuato. I valori rilevati rappresentano l'ultimo valore medio orario, l'ultmo valore medio giornaliero e il numero dei superamenti del limite. Il webservice può essere parametrizzato con i seguenti valori: * station_code : codice della stazione di rilevamento (es: "BZ4", "BX1" ….) * meas_code : codice sostanza rilevata. Valori possibili: "CO" (CO - Monossido di carbonio), "NO2" (NO2 - Ossidi di azoto), "O3" (Ozono), "PM10" (Polveri sottili PM10), "PM2.5" (Polveri sottili PM2.5), "SO2" (Biossido di zolfo), "GAMMA" (Radioattività) * type : tipo di misurazione ( 1 = ultimo valore medio orario del giorno in corso (default), 2 = ultimo valore medio giornaliero del giorno precedente, 4 = numero di superamenti del limite dall'inizio dell'anno) Per lo scarico dei dati nei diversi formati è necessario definire la relativa URL: * json (default): http://dati.retecivica.bz.it/services/airquality/sensors * xml: http://dati.retecivica.bz.it/services/airquality/sensors/xml * csv: http://dati.retecivica.bz.it/services/airquality/sensors/csv Il dataset fornito dal webservice contiene i seguenti campi: * DATE : data o data e ora dell´ultima misurazione * SCODE : codice della stazione di rilevazione * UNIT : unità di misura * MCODE : codice della sostanza rilevata * DESC_I : denominazione in lingua italiana della sostanza rilevata * CAT : categoria della misurazione ( "AIR" = aria, "RADIO" = radioattività, "OTHER" = nessuna delle precedenti) * DESC_D : denominazione in lingua tedesca della sostanza rilevata * VALUE : valore misurato ( -1 = rilevazione non pervenuta) * TYPE : tipo di misurazione ( 1 = ultima media oraria, 2 = ultima media giornaliera, 4 = nr. superamenti fino alla data ) Nel caso del numero di superamenti, il numero si riferisce alla data, quindi subisce un incremento rispetto al giorno precedente se si è verificato il superamento del limite ( va letto come "nr superamenti dall´inizio dell´anno fino alla data di rilevazione) Esempio : http://dati.retecivica.bz.it/services/airquality/sensors/csv?meas_code=PM10&type=1 (file CSV con l'ultimo valore delle polveri sottili (PM10) medio orario di tutte le stazioni) Licenza URL:
    https://w3id.org/italia/controlled-vocabulary/licences/A11_CCO10
  • PDF
    Tabella con i valori limite, valori obiettivo e livelli criticiDescrizione:  Il documento contiene i dati relativi ai valori limite, critici definiti dalla normativa vigente.Licenza URL:
    https://w3id.org/italia/controlled-vocabulary/licences/A11_CCO10
  • ARC
    Archivio - Rapporti annuali qualità dell’aria 2003-2013Descrizione:  Il rapporto annuale è la base per la valutazione della qualità dell’aria in Alto Adige e contiene le informazioni sui valori misurati presso le stazioni di misura fisse della rete di monitoraggio della qualità dell’aria. Nel documento vengono confrontati i valori misurati con i valori limite, le soglie di informazione e allarme, i valori obiettivo ed i livelli critici fissati dal Decreto del Presidente della Provincia n. 37/2011. Il decreto disciplina la valutazione e la gestione della qualità dell’aria in Alto Adige dando attuazione alla normativa europea e statale (D.Lgs. n. 155/2010). Nel rapporto annuale i parametri misurati presso le stazioni di misura vengono confrontati con i seguenti valori riportati nel DPP n.37/2011: •valori rilevanti per la protezione della salute (allegato A - Parte I) •valori rilevanti per la protezione della vegetazione (allegato A - Parte II) •valori soglia del piano d’azione (allegato B) Questi parametri sono espressi utilizzando indicatori statistici come le medie annue, le medie giornaliere o orarie, o in termini di numero di superamenti massimo consentiti. Rapporti annuali - definizioni valori di riferimento Valore limite Livello fissato in base alle conoscenze scientifiche, incluse quelle relative alle migliori tecnologie disponibili, al fine di evitare, prevenire o ridurre gli effetti nocivi per la salute umana o per l’ambiente nel suo complesso, che deve essere raggiunto entro un termine prestabilito e che non deve essere successivamente superato. Soglia d’informazione Livello oltre il quale sussiste un rischio per la salute umana in caso di esposizione di breve durata per alcuni gruppi particolarmente sensibili della popolazione nel suo complesso ed il cui raggiungimento impone di assicurare informazioni adeguate e tempestive. Soglia d’allarme Livello oltre il quale sussiste un rischio per la salute umana in caso di esposizione di breve durata per la popolazione nel suo complesso ed il cui raggiungimento impone di adottare provvedimenti immediati. Valore obiettivo Livello fissato al fine di evitare, prevenire o ridurre effetti nocivi per la salute umana o per l’ambiente nel suo complesso, da conseguire, ove possibile, entro una data prestabilita. Livello critico Livello fissato in base alle conoscenze scientifiche, oltre il quale possono sussistere effetti negativi diretti su recettori quali gli alberi, le altre piante o gli ecosistemi naturali, esclusi gli esseri umani. Per ulteriori informazioni consultare il Decreto Legislativo n. 155 del 13.08.2010 e ss.mm. Licenza URL:
    https://w3id.org/italia/controlled-vocabulary/licences/A11_CCO10



CATALOGO


Titolo*
Open Data Portal South Tyrol

Descrizione*
Open The Public Administration

Editore - Nome*
Center Of Competence OpenData - Autonomous province of Bolzano - South Tyrol

Data ultima modifica*
2024-04-10T13:31:04.983637

Home page


Puoi valutare il dataset da minimo 1 stella a massimo 5 stelle